Sai perchè si addobba l'albero di Natale??

Le sue origini e curiosità

Come tutti sappiamo l'albero di natale e il suo presepe sono il simbolo del Natale. L'usanza di decorare l'albero di Natale è una delle più diffuse al mondo. Le sue origini  sono pagane, risalgono a tantissimo tempo fa dove veniva utilizzato l'abete dai  Druidi, sacerdoti Celti,  per le loro diverse cerimonie. La scelta di quest'albero non è casuale, veniva scelto in quanto era sempre verde anche d'inverno e rappresentava il simbolo della vita. In tutte le culture era diffusa quest'usanza, anche prima della nascita del cristianesimo. Venivano decorati già da allora con nastri, fiaccole, piccoli decori e animaletti votivi. 

I romani alle prime calende di gennaio ( primo giorno di quel mese) si regalavano fra loro un rametto di una pianta sempre verde come simbolo di porta fortuna.

Con l'avvento del cristianesimo l'uso dell'albero di natale (l'abete) per rappresentare il Natale si affermò anche nelle tradizioni cristiane.

Il significato cristiano viene dato nella scena Biblica dell'Edennella notte che si celebra la nascita di colui , secondo la fede cristiana, ha portato nuova vita al mondo, l'albero posto al centro del giardino dell'Eden rappresenta il simbolo della caduta dell'umanità e poi del ritrovato perdono. L'albero di natale così come lo decoriamo oggi , con tante luci, frutta secca, festoni e candele ha origini per la prima volta nel 1441 in Estonia , più precisamente a Tallinn, dove venne eretto un grande abete nella piazza del municipio, dove tanti scapoli uomini e donne ballavano intorno alla ricerca dell'anima gemella. 

 

Tallinn, Estonia, viene realizzato da allora un grande albero di Natale in mezzo alla piazza e ai mercatini di Natale
Tallinn, Estonia, viene realizzato da allora un grande albero di Natale in mezzo alla piazza e ai mercatini di Natale

Per tradizione l'albero di Natale dev 'essere preparato prima del giorno di Natale, solitamente l'8 dicembre, ovvero il giorno dell' Immacolata Concezione    e viene rimosso all'Epifania. Personalmente io se posso lo tengo più a lungo, perchè amo vedere l'albero decorato in casa con le sue luci  che rendono tutto più magico e suggestivo♥

La tradizione cristiana  vuole anche che sotto l'albero vengano riposti i doni e poi scartati  il giorno di Natale, come in antichità si faceva come omaggio al fatto che Dio era venuto sulla terra in forma di uomo e in povertà. Per questo secondo sempre la tradizione cristiana l'uomo ha iniziato a fare l'albero in ricordo di "Lui"e rendergli omaggio per sempre. 

Questa tradizione è amata e aspettata con tanta curiosità e gioia dai grandi e dai piccoli...In fondo anche noi adulti abbiamo dentro noi una parte bambina che non muore mai anche se cresciamo ♥

Proprio per questo non vedo l'ora che arrivi questo periodo dell'anno per decorare l'albero, il presepe, casa e preparare  i pacchetti regalo  per le persone che voglio bene con tanta cura e ricercatezza. 

Leggende e  Curiosità▼

  • La prima leggenda dice che l'abete di Natale ebbe un antenato già nel giardino dell'Eden, quando Eva andò a raccogliere il fiore proibito dall'albero, le sue foglie appassirono e diventarono aghi pungenti e non fiorì più sino alla nascita di Gesù bambino.
  • In antico Egitto durante le celebrazioni del Dio Sole veniva addobbata la piramide più grande, questo metodo di decorare per il proprio Dio  venne rivisitato da altre culture che utilizzarono l'abete come forma più simile ad una piramide.
  • Una leggenda nordica narra che in un villaggio,alla vigilia di Natale, un ragazzo si recò in un bosco alla ricerca di quercia da tagliare.  Si fece buio, il ragazzo si perse  e si rifugiò su l'unica pianta ancora verdeggiante, un abete. La mattina seguente l'albero era colmo di neve, che con la luce del sole luccicava. Quando venne ritrovato e soccorso dai suoi compaesani, essi rimasero estasiati di tale bellezza che emanava quell'albero e decisero di riprodurlo in paese nelle loro case e nella loro principale piazza. E così negli anni a seguire♥
  • Una leggenda di origine cristiana riguarda le palline di Natale. Quando nacque Gesù a Betlemme, tutti andarono  nella grotta dove nacque il piccolo per omaggiarlo. Andò anche un artista di strada molto povero, vestito molto semplice con un cappello a punta, che non aveva nulla da offrire se non uno spettacolo per far ridere il bambino con delle palline luccicanti. Per questo motivo secondo la leggenda si usa decorare un albero a punta e utilizzare palline luccicanti per addobbarlo, le stesse che fecero ridere il bambin Gesù.
  • Si dice in un'altra leggenda che si addobbi l'albero perchè un taglialegna al suo rientro a casa, in una notte molto fredda ma illuminata dalla luce della luna, trovò innanzi il suo cammino un abete ricoperto di ghiaccio che rifletteva la meravigliosa luce delle stelle e della luna. Incantato da questa meraviglia, decise di tagliare un piccolo pino e portarlo a casa sua, decorandolo con candele e nastri bianchi candidi che si rassomigliassero a ciò che aveva visto lui per poterlo far rivivere alla sua famiglia.Tutte le persone del suo villaggio visto ciò a casa sua cercarono di ricreare tale bellezza nelle proprie case e così nacque l'albero di natale.

Oltre la storia vera sulle origini dell'albero di Natale  esistono diverse  leggende e storie che girano  intorno alla nascita della decorazione dell'albero, ognuna suggestiva e meravigliosa da ascoltare e da leggere, che siano vere o no poco importa secondo me...Regalano sempre un tocco di magia in più in questo periodo natalizio♥

 

La magia dell'albero di Natale, regali e luci
La magia dell'albero di Natale

Che ne pensate della storia dell'albero di Natale? Vi piacciono le storie e le leggende che lo riguardano? Ne conoscete qualcuna in particolare da condividere? Fatemi sapere... Ci conto!

A presto,

 

 

seresweetlove♥