Sai perchè si festeggia la Santa Pasqua?

Origini e curiosità♥

simboli pasquali fiori uova coniglio
Simboli pasquali ♥

La Pasqua è  una  tradizione di tutto il mondo che porta avanti diverse usanze, questa festività e fra le più importanti, se non proprio la più importante della religione cristiana♥

In questo giorno i fedeli cristiani  festeggiano la Risurrezione di Gesù Cristo, figlio di Dio che ha sconfitto la morte e ha salvato l'umanità dal  peccato umano di Adamo ed eva.

La Pasqua si festeggia sempre di domenica perchè nei Vangeli viene riportato che il sepolcro era vuoto il giorno successivo al sabato, solo la sua data di festeggiamento cambia ogni anno seguendo il plenilunio dopo l'Equinozio di primavera.

Origini e Storia

 

 

Molte comunità nei primi secoli festeggiavano la Pasqua, negli stessi giorni in cui veniva festeggiata la Pesach, la " Pasqua Ebraica". Le due festività si accavallavano perciò si decise nel 325 d.c nel concilio di Nicea ( la prima assemblea al mondo delle  varie comunità cristiane) di festeggiarla la domenica successiva al  primo plenilunio dopo l'equinozio di primavera. 

Così ogni anno si sarebbe festeggiata in una data variabiale tra il 22 marzo e 25 aprile evitando l'accavallamento con la festività Ebraica.

Il termine Pasqua deriva dalla parola ebraica Pesah, che vuol dire "andare oltre".

Già da prima dell'evento di Gesù gli ebrei festeggiavano la Pasqua per ricordare uno degli episodi più importanti dell'Antico Testamento che accomuna Ebrei e Cristiani .

Per i Cristiani è una festa davvero molto importante in quanto rappresenta il momento in cui Gesù sconfisse la morte e divenne Redentore, quale Salvatore dell'Umanità, liberandola dal peccato originale.

Gesù a sua volta era Ebreo, stava festeggiando la Pesah ebraica quando venne tradito da uno dei suoi Apostoli, Giuda Iscariota.  Quest'ultimo lo tradì in maniera spietata facendolo arrestare e finire appeso per mani e piedi in croce.

L'ultima cena di Gesù con i suoi apostoli
L'ultima cena di Gesù con i suoi apostoli
Gesù messo in croce con mani e piedi inchiodati
Gesù messo in croce

I Sacerdoti del Sinedrio , accusavano Gesù  di paragonarsi a Dio, reato che veniva punito con la morte per tale affronto.

Ponzio Pilato, prefetto romano, avrebbe potuto salvarlo ma "se ne lavò le mani" ( tutt' oggi si usa proprio questo detto come modo dire quando ci si vuole levare da una situazione) e tutta la folla fu libera di umiliarlo, deriderlo e frustarlo  durante il passaggio del suo cammino con la croce sulle spalle fino al luogo dove poi sarebbe stato ucciso.

Gesù umiliato dalla folla
Gesù umiliato dalla folla

Venne ucciso il venerdì ( che poi diverrà il Venerdì Santo) all'età di 33 anni.

Una volta che spirò il suo ultimo respiro venne poi staccato dalla croce è portato in un sepolcro vicino alla città.

La domenica successiva tre donne andarono a finire l'imbalsamazione del corpo di Gesù, ma notarono una volta arrivate che la pietra che chiudeva il passaggio era stata spostata e che di Gesù non c 'era nessuna traccia.

Le tre donne Maria Maddalena, Salomè e Maria di Giacomo rimasero pietrificate e spaventate dell'accaduto, quando gli apparve un angelo che gli disse di non aver paura , che Gesù Cristo era risorto.

Secondo il Vangelo di Matteo, Gesù apparse alle donne e poi ai suoi Apostoli.

Secondo quindi la Pasqua cristiana e come ci hanno insegnato sin dai primi anni di scuola si festeggia in questo giorno la Risurrezione di gesù, la sconfitta del male e del peccato originale, quindi una Rinascita per l'umanità.

La risurrezione di Gesù rappresenta sulle pietre
La risurrezione di Gesù rappresenta sulle pietre

La settimana Santa Cristiana 

 

Nella Settimana Santa vengono seguiti ogni giorno diversi rituali, ossia:

  • Giovedì: in ricordo dell'ultima cena di Gesù, dove disse ai suoi Apostoli che a breve sarebbe stato tradito e ucciso,lavò i piedi ai suoi Apostoli in segno di umiltà.Perciò tutt'oggi si usa, il giovedì Santo, nelle chiese la "lavanda dei piedi".
  • Venerdì: giorno di passione e di sofferenza sulla croce. I cristiani fanno la via Crucis, un percorso dove i fedeli rivivono i dodici episodi avvenuti durante la crocifissione.
  • Sabato: vengono celebrate messe in segno di lutto per Gesù.
  • Domenica: la festività di Pasqua e i suoi festeggiamenti.

 

I simboli principali della Pasqua

 

I tre simboli delle celebrazioni liturgiche di Pasqua sono:

  • La cenere:  La cenere è l'elemento che contraddistingue il primo giorno di Quaresima, periodo di penitenza. La cenere viene sparsa sul capo dei fedeli nel mercoledì dopo il martedì grasso, vuole ricordare la transitorietà della vita terrena. "Ricorda che polvere eravamo e polvere torneremo". Questa cenere si ottiene dalla combustione dei rami di ulivo benedetti nella Domenica delle Palme dell'anno precedente.
  • Il fuoco:  Simbolo fondamentale nella liturgia cristiana, che significa "il trionfo della luce sulle tenebre".  La massima celebrazione avviene attraverso l'accensione del cero. Nella notte di Pasqua i fedeli  accendono un fuoco davanti alla chiesa, dove si raccolgono in preghiera e poi con quel fuoco verrà acceso il cero pasquale. Il Cero pasquale è il simbolo di Cristo, la luce vera che illumina l'uomo. L'accensione rappresenta la sua Risurrezione. Dopo l'accensione viene portato all'interno della chiesa con la processione dei fedeli al seguito.
  • L'acqua: Indica la purezza e il momento dedicato al Battesimo, dove il fedele viene incorporato alla Pasqua di Cristo, rappresentando il passaggio dalla morte alla vita.

Origine e breve storia di Pasquetta

 

Pasquetta o "Lunedì dell'Angelo"celebra l'angelo cherubino che diede l'annuncio alle tre donne davanti al sepolcro che Gesù era risorto. Una festa non riconosciuta da subito, ma che in Italia è stata aggiunta nel dopoguerra per allungare le festività pasquali.

Annunciazione dell'angelo alle tre donne
Annunciazione dell'angelo alle tre donne

Curiosita'

 

Simboli della Pasqua per eccellenza sono sicuramente l'uovo, l'uovo di cioccolato, la colomba, le campane, l'ulivo e il coniglietto.

  • L'uovo e la sua storia ha origini molto antiche, sin dai primi cristiani veniva utilizzato quello della gallina ma sopratutto di struzzo come strumento di decoro e ornamento, in quanto nel periodo di Quaresima non si  potevano magiare assolutamente neanche le uova, sopratutto  in certi luoghi ( le chiese orientali)di conseguenza tutte le uova che ugualmente venivano prodotte e inutilizzate si facevano bollire, una volta sode e dure come le pietre, si pitturavano. Il colore principale per il decoro era il rosso in onore del sangue versato da Gesù. Le uova rappresentavano la Risurrezione, cioè il sepolcro dove venne riposto Gesù Cristo, il suo guscio rappresenta la tomba dalla quale esce un essere vivente. Le uova rappresentano la rinascita, la vita che si rinnova collegata al periodo della Primavera. Nel diociottesimo e diciannovesimo secolo, la storia delle uova pasquali si separò dalla religione. Si iniziarono a costruire giocattoli a forma di uova, confezioni per piccoli giocattoli ricoperte di cartone o seta. Solo alla fine dell'800 si realizzarono con diverse scoperte e innovazioni le uova di cioccolato pasquali che tutt'oggi vengono usate come scambio dono durante questa festività. Per la gioia dei più golosi :)
  • La colomba :rappresenta invece l'inizio della nuova vita♥
  • Le campane :sono gli strumenti più adatti a rappresentare l'annunciazione del lieto evento della Risurrezione.
  • L'ulivo: rappresenta il simbolo della pace, "Dio che fa pace con gli uomini" attraverso il dono del suo figlio Gesù". 
  • Il coniglietto : simbolo molto utilizzato negli ultimi secoli ma che non ha notizie certe sulla sua origine, ma sappiamo bene che viene utilizzato tanto e proprio per questo ho indagato maggiormente. In antichità era visto come simbolo della fertilità, simbolo del rinnovamento della vita, collegato all'arrivo della Primavera è stato utilizzato come miglior rappresentante della Pasqua. Inoltre il suo utilizzo sembra avere origini in Germania nel  XV secolo, si dice che gli immigrati tedeschi e olandesi portarono in America la tradizione del coniglietto pasquale che portava un cesto di uova colorate ai bambini buoni. Ma essendo dispettoso e birichino li nascondeva qua e la per i cespugli e il giardino, da qui nasce il gioco di Pasqua nel colorare le uova, nasconderle e farle cercare ai bambini.

La storia della Pasqua è davvero interessante sia per la sua storia sia per le sue curiosità, proprio per questo ho deciso di condividere secondo il mio sapere questo articolo con voi♥

Spero di avervi chiarito qualcosa nell'eventualità avevate le idee confuse o di avervi confermato ciò che sapevate.

Ognuno immagino abbia le proprie tradizioni.

Personalmente amo decorare casa mia con delle uova colorate e decorative.Nella mia famiglia è quasi una sorta di rituale andare alla messa tutti insieme il giorno di Pasqua e fare il pranzo pasquale con lo scambio di uova di cioccolato e piccoli pensieri.

Inoltre per la mia famiglia è usanza realizzare  dei prodotti tipici  per questa festività tramandati di generazione in generazione. In primis si prepara un pane dolce con dentro l'uovo sodo simbolo di questa festività  chiamato "Cocconeddu chin s'ovu", " Su Coccone durche" decorato, sarebbe un'altro pane dolce molto buono decorato all'esterno. Per ultimo,ma non per importanza, si realizza un  altro prodotto delizioso per l'occasione di Pasqua chiamato " Sa Casattina" al formaggio di pecora( la famosa formagella in italiano ma in questo caso si utilizza sono il formaggio di pecora e basta). Una bontà !!! 

Questi tre prodotti artigianali vengono realizzati a mano dalla mia mamma, originaria del nuorese, precisamente di Lodè, un meraviglioso paese dell'entroterra sardo che vi consiglio di visitare e vi consiglio di assaggiare assolutamente i dolci e prodotti tipici  di questo splendido Borgo antico montano♥  

Voi avete qualche dolce o tradizione familiare specifica per Pasqua? Conoscevate la storia e le curiosità di questa festività? Fatemi sapere sono molto curiosa ♥

A presto,

 

seresweetlove♥

Buona Pasqua 2018 a tutti  da #seresweetlove #blogger
Buona Pasqua 2018 a tutti ♥